lunedì 1 marzo 2010

IL RICCIO

Immagine

IL RICCIO

di Mona Achache (Francia, Italia 2009) con Josiane Balasko, Garance Le Guillermic, Togo Igawa

Proiezioni presso il Cinema Cristallo (Oderzo - TV):
Mercoledì 3 Marzo ore 20.00 e ore 22.00
Giovedì 4 Marzo ore 21.00

«Non lasciar uscire il gatto, non lasciar entrare la portinaia». Paloma ha 11 anni ma nulla le sfugge. Tanto più che tiene un diario filmato in cui registra con la vecchia telecamera di papà tutto ciò che vede o intuisce.
A cominciare dai taciti ma ferrei precetti, come quello appena citato, che regolano la sua esistenza ordinata, troppo ordinata, di altoborghese parigina in erba. Paloma insomma è una ribelle, a un'età, in un'epoca e in un palazzo che rendono la ribellione inconcepibile dunque invisibile. Così, per non finire come i suoi familiari, ha deciso che a 12 anni si toglierà la vita…. [...] Non era facile portare sullo schermo L'eleganza del riccio di Muriel Barbéry (ed. E/O), best-seller iperletterario (ma con leggerezza) articolato in una serie di monologhi. L'esordiente Mona Achache sceglie la semplicità, ovvero la simpatia e la vivacità, trasformando i monologhi nelle scene filmate da Paloma o nei disegni che esegue a getto continuo.
E accentuando il carattere da fiaba gentile della vicenda (rititolata Il riccio anche per sottolineare il dichiarato distacco della scrittrice dalla versione cinematografica). Ne esce un film svelto, illustrativo, forse non molto ambizioso ma a suo modo del tutto riuscito. Il che non guasta.

Fabio Ferzetti - Il Messaggero, 5 gennaio 2010

Nessun commento:

Posta un commento