martedì 15 febbraio 2011

Carnevale: 19-20 febbraio 2011 e 26 febbraio - 8 marzo 2011



Il Carnevale di Venezia



Rilanciato un paio di decenni fa, il Carnevale si è subito imposto all'attenzione italiana ed europea come evento da non perdere.

Ricco di storia, di suggestioni e di tradizione, il Carnevale di Venezia ha risvegliato l'interesse dei suoi abitanti e soprattutto dei moltissimi turisti grazie all'apprezzato cocktail di trasgressione, arte, storia e cultura che è in grado di offrire. In una città unica al mondo.


Vai al sito ufficiale per saperne di più


Durante i giorni di Carnevale Venezia è un fiorire di iniziative e di spettacoli, da quelli improvvisati sulla pubblica via da numerosi artisti di strada, a quelli pianificati dagli organizzatori.

Ogni anno viene individuato un tema centrale che funge da filo conduttore e che viene sviluppato sotto i vari punti di vista, da quello più culturale a quello più prettamente spettacolare.

Il cuore della festa resta Piazza San Marco, dove sorge un grandioso palco, ma esistono molti eventi decentrati, anche per evitare eccessivi intasamenti in una città in cui la circolazione è esclusivamente pedonale.



La storia

Il Carnevale affonda le sue radici in più tradizioni, da quella latina dei Saturnalia a quella greca dei culti dionisiaci. A Venezia il Carnevale durava alcuni mesi, con feste pubbliche e private, fuochi artificiali, spettacoli di strada, balli sfarzosi, gioco d'azzardo. Ciò contribuì a creare l'immagine di Venezia come città dedita al divertimento.


Il Carnevale del Settecento

Nel suo ultimo secolo di vita, la Repubblica sembra concentrata solo sugli aspetti frivoli della vita. In quel periodo, il Carnevale, con le sue feste, i suoi spettacoli, le sue maschere, i suoi teatri, attira turisti da tutta Europa, desiderosi di vivere quell'atmosfera magica ed effervescente.


I teatri

La stagione teatrale a Venezia era la più ricca d'Europa grazie ai numerosissimi teatri operanti in città: nel Seicento ce n'erano ben 16. Ampio e vario è il programma oggi offerto dai teatri Goldoni e Malibran. E finalmente, nel 2003, anche la Fenice, dopo un lungo restauro, è tornata a ospitare spettacoli di prim'ordine come d'altronde ospita il Toniolo in terraferma.



Le maschere

La città, negli ultimi giorni di Carnevale, pullula di persone in maschera che allegramente invadono calli e campielli. Si vede sfilare di tutto, dalle statiche e fredde dame del Settecento ai più ingegnosi costumi moderni. Piazza San Marco e i principali campi della città si offrono come straordinario palcoscenico.



Carnevalario - Il vocabolario del carnevale

Storia, curiosità ed antiche tradizioni del carnevale veneziano.



I dolci tipici

I dolci tipici del Carnevale di Venezia sono le frittelle e i galani, simbolo stesso del Carnevale.

Nessun commento:

Posta un commento