mercoledì 20 luglio 2011

Da nord a sud: incontri e musica contro tutte le mafie

Da nord a sud: incontri e musica contro tutte le mafie

Da nord a sud: incontri e musica contro tutte le mafie

Il 23 luglio e il 24 luglio, a Forte Marghera, il Comune di Venezia, l'Associazione Culturale Controvento e Marco Polo System Geie propongono una due giorni di teatro, dibattiti, concerti e approfondimenti sul tema della difesa del territorio e del contrasto alle mafie.

"Da Nord a Sud. Due giorni su difesa del territorio e contrasto alle mafie"

L'iniziativa si svolge in collaborazione con Libera, Legambiente e Museo della ndrangheta. Le due giornate nascono dall'idea di realizzare un evento di sensibilizzazione e di dibattito aperto sul tema del contrasto alla criminalità organizzata, principalmente di stampo mafioso, e dell'impatto che essa ha su tutto il territorio nazionale, soprattutto a livello locale. La volontà degli organizzatori è quella di realizzare un momento di socializzazione, aggregazione e crescita civica della città, coinvolgendo diversi attori impegnati sul territorio (Osservatorio veneto sul fenomeno mafioso, Libera, Legambiente, Museo della ndrangheta, Compagnia teatrale I Merli Bianchi) e realizzando attività indirizzate ad un pubblico ampio e diversificato, dai giovani agli adulti.

L'evento si aprirà il 23 luglio dalle ore 18.00 con il dibattito "Mafia e Antimafia da Nord a Sud."
LA CONOSCENZA CREA COSCIENZA: Azione giudiziaria e partecipazione civica.


Introduce e coordina Enzo Guidotto - Osservatorio veneto sul fenomeno mafioso

Intervengono:

Francesco Saverio Pavone - Sostituto alla Procura Generale di Venezia

Gianfranco Bettin - Assessore all'Ambiente e alle Politiche Giovanili del Comune di Venezia

Claudio La Camera - Museo della ndrangheta

Il tema sarà il contrasto alle mafie affrontato in relazione agli strumenti dell'azione giudiziaria e della partecipazione civica della società civile. Seguiranno la proiezione del documentario "ndrangheta: simboli, immagini, luoghi del potere" a cura di Claudio La Camera del Museo della ndrangheta.

Alle 21.30 avrà inizio lo spettacolo della Compagnia dei Merli Bianchi "Mafie, Sud e Resistenza" che si ispira al coraggio di due donne che hanno subito e combattuto contro l'atteggiamento mafioso: Felicia Impastato, madre di Peppino, e Rita Atria, figlia di un boss mafioso e poi testimone di giustizia, morta suicida a soli 17 anni una settimana dopo la strage di via D'Amelio.

Il secondo giorno, 24 luglio, sarà dedicato all'approfondimento dei legami che intercorrono tra criminalità organizzata e speculazioni ambientali. A partire dalle 18.00 nel corso del dibattito "Eco-mafie, difesa del territorio e speculazioni ambientali" Legambiente presenterà il Dossier Ecomafie Veneto 2011 e verrà discussa l'opportunità di aprire un osservatorio territoriale a Venezia sul tema.

Parteciperanno:

Michele Bertucco - Presidente di Legambiente Veneto,

Felice Casson - Vice Presidente Senatori PD,

Gianfranco Bettin - Assessore all'Ambiente del Comune di Venezia,

Antonio Pergolizzi - Coordinatore dell'Osservatorio Ambiente e Legalità di Legambiente

Matteo Ceruti - Avvocato Associazioni ambientaliste del Veneto.

Seguiranno i documentari a cura dei Comitati Ambiente e Territorio della Riviera del Brenta e Miranese e un classico del cinema d'inchiesta, il film di Francesco Rosi "Le mani sulla città".

La due giorni si concluderà con il concerto del cantautore napoletano Enrico Capuano e la sua tammuriata rock.

Nessun commento:

Posta un commento